;Audi Italia Audi Sport Italia
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
CampionatoSuperStarCampionatoSuperStar
News | Misano (Blancpain)
modulo stampa invia

    
Due rimonte nell'infuocata Misano Adriatico non bastano a rendere l'esordio Audi Sport Italia nel Blancpain GT indimenticabile

 

• Andrea Fontana nel turno finale del meeting europeo GT3 risale dal 26° al 20° posto 
• Pierre Kaffer aveva dovuto partire 25°, dopo un problema a un semiasse in prova


Quattro posizioni recuperate nella corsa del sabato col sole al tramonto e cinque in quella di oggi, disputata sotto il rovente sole dell'Adriatico. A leggere fin qui verrebbe da pensare a buone giornate, se non si sapesse che lo scenario non è quello abituale per Audi Sport Italia del tricolore GT Sprint ma quello, inedito per la squadra basata a Novara, del Blancpain GT World Challenge Europe: ovvero ventotto GT3 iscritte tutti con equipaggi agguerritissimi e determinatissimi. E la posizione di partenza in griglia, ieri ventesima e oggi venticinquesima (Kaffer nel suo turno aveva fatto un solo giro per il cedimento di un semiasse), ha comportato che risalire cinque posizioni si traduca nella ventesima posizione finale, ottenuta tra l'altro da Fontana all'ultimo giro con un sorpasso alla curva del Rio. Il tedesco del team di Emilio Radaelli aveva iniziato recuperando subito tre posizioni e collocandosi al vertice di un battagliero sestetto formato da ben sei delle dodici R8 LMS iscritte (proprio una Audi, guidata dai belgi Dries Vanthoor e Charles Weerts ha finito prima sul traguardo). Kaffer dopo pochi minuti ha riferito al suo box del peggiorare del grip delle sue gomme e della guidabilità non ideale, ma nonostante le difficoltà non ha mollato terreno coi compagni di colori che premevano alle sue spalle. A otto minuti dalla fine del suo turno è intervenuta una fase di full course yellow seguita da una safety car necessarie per liberare la pista da detriti e sistemare i cordoli, e Kaffer ha potuto respirare, rientrando al box per il cambio pilota dopo essere risalito in sedicesima posizione assoluta. 
La mezz'ora di gara conclusiva e decisiva è però iniziata col bellunese Fontana rientrato in lizza in ventitreeesima posizione, poiché la maggior esperienza e pratica dei team regolarmente iscritti al Blancpain GT World Challenge Europe (abituati a pit-stop privi di tempo imposto) ha rappresentato per gli avversari un margine di sicurezza in grado di riportare alcuni di loro in pista davanti al pilota di Ponte delle Alpi. Fontana ha stretto i denti fino al traguardo e malgrado nel finale il motore non riuscisse più a sprigionare tutta la potenza normalmente disponibile ha affrontato l'ultimo giro ancora ventunesimo, riuscendo a scavalcare la Ferrari 488 di Bertolini-Michiels per la ventesima posizione proprio mentre i vincitori stavano festeggiando la bandiera a scacchi.
    
GARA DUE
1. WEERTS / VANTHOOR (AUDI) 36 giri in 1:01'00.345 media 149,5 km/h
2. Caldarelli/Mapelli (Lamborghini) 2.887
3. GACHET / HAASE (AUDI) 6.281
4. Stolz / Engel (Mercedes AMG) 6.904
5. HUTCHISON/VERVISCH (AUDI)23.493
6. Bastian/Neubauer(MercedesAMG)24.308
7. Vainio/De Sadelaer(Aston Martin)27.065
8. SCHOTORST/FOSTER (AUDI) 29.531
9. BREUKERS / TUNJO (AUDI) 30.213
10. Proto / Menchaca (Lamborghini) 31.350

../..
20. KAFFER/FONTANA (AUDI) 1:02.949
 
Misano Adriatico (RN), domenica 30 giugno 2019


 

Il risultato finale è l'unica cosa a "raffreddare" il rovente sabato di Misano Adriatico per i piloti Audi Sport Italia

 

• Andrea Fontana si fa notare con una mini-rimonta dal 20° al 15° posto nel suo turno
• Un problema alla frizione non permette a Pierre Kaffer di risalire oltre il 16° posto

Ventesima posizione in partenza per Andrea Fontana sulla griglia del terzo appuntamento del Blancpain GT World Challenge Europe (la prestigiosa serie nella quale Audi Sport Italia era al debutto dopo dieci anni di sfide nel campionato tricolore) e sedicesimo posto finale con Pierre Kaffer al volante sotto la bandiera a scacchi sbandierata mentre il sole rovente stava calando sulla Riviera Romagnola. Non si può certo dire che il giovane veneto abbia visto la sua grinta sbiadirsi per la posizione di partenza in decima fila certo non felicissima, specie in un parco partenti di ventotto agguerritissime GT3. Alla fine del primo passaggio aveva già recuperato tre posizioni e si ritrovava in una situazione che, nel panorama abituale per la R8 LMS del team italiano, è praticamente sconosciuta: lottare in famiglia con altri piloti Audi. Il bellunese si è confrontato senza timori riverenziali con abituali protagonisti del campionato continentale come Schotorst/Foster e Stievenart/Ortelli e sgomitando, nonostante cominciasse ad avvertire un problema alla frizione, ha finito per risalire fino al quindicesimo posto, quando una fase di full course yellow prima e una safety car poi hanno ricompattato il gruppo proprio quando veniva il momento di cedere il volante al suo compagno di colori Pierre Kaffer. 
Il tedesco, che la settimana scorsa aveva concluso vittorioso con una R8 LMS ufficiale la 24 Ore del Nürburgring, dopo aver visto la sua qualifica vanificata dalla rottura di un semiasse (domani alle 14:00 dovrà partire dalla venticinquesima posizione) è rientrato sull'asfalto della pista dedicata a Marco Simoncelli al ventitreesimo posto: alcuni avversari erano più rapidi e capaci di sfruttare la continua e costante pratica nelle soste per i cambi-pilota senza limiti di tempo, al contrario di quelli del GT Sprint Italiano nel quale la squadra di Nibbiola è protagonista abituale. Da quella posizione in classifica Kaffer ha avuto poche chanche di risalire molte posizioni, un po' perché un'altra safety car ha lasciato libere le GT3 solo a dodici minuti dalla fine, e un po' perché i problemi alla frizione sono peggiorati e a questi si aggiungeva anche una graduale difficolta a frenare la macchina a fondo. Stringendo i denti e contando anche su qualche disavventura altrui alla fine Kaffer è riuscito a risalire fino alla sedicesima posizione finale in una gara vinta dalla Lamborghini Huracan di Marco Mapelli ed Andrea Caldarelli e nella quale la miglior R8 LMS è stata quella dell'equipaggio Schmid/Van der Linde, settima al traguardo.
 
     
GARA UNO
1. Caldarelli/Mapelli (Lamborghini) 33  giri in 1:00'44.766 media 137,3 km/h
2. Abril / Marciello (Mercedes AMG) 0.806
3. Stolz / Engel (Mercedes AMG) 4.663
4. Collard/Kirchöfer (Aston Martin) 7.368
5. Boguslavsky/Schiller(Mercedes AMG) 7.843
6. Engelhart/Bortolotti (Lamborghini) 9.315
7. SCHMID/VAN DER LINDE(AUDI) 14.105
8. SCHOTORST/FOSTER (AUDI) 15.804
9. DONTJE / DRUDI (AUDI) 16.742
10. HUTCHISON / VERVISCH (AUDI) 17.122
../..
16. FONTANA/KAFFER (AUDI) 29.747
Misano Adriatico (RN) - sabato 29 giugno 2019

 

ANTEPRIMA: fatti e cifre del GT a Misano

•   I fan italiani potranno vedere in pista la star Audi Sport Pierre Kaffer, veterano fresco di vittoria alla 24 Ore del Nürburgring 
•   Un weekend di preziosa esperienza nella più prestigiosa serie internazionale Gran Turismo per la promessa italiana Andrea Fontana 


In Romagna sembra proprio che Audi Sport Italia faccia del suo meglio per "viziare" ad ogni occasione i fan che apprezzano le corse Gran Turismo. Un anno fa sulla R8 LMS del team di Emilio Radaelli accanto al pilota titolare Bar Baruch era salito la star del DTM Jamie Green, che visse sulla Riviera Romagnola una trasferta vincente. Un mese fa in occasione della 3 Ore endurance del GT Italiano sull'Audi sono saliti Norman Nato e Charles Weerts, una sicurezza ed una promessa dell'automobilismo europeo, terminati secondi sotto la pioggia. In questo fine settimana canicolare invece per la prima volta dopo 145 corse nei Campionati GT nazionali è Audi Sport Italia a scendere in campo in una serie internazionale: il Blancpain GT World Challenge Europe.
Nella più prestigiosa e combattuta serie internazionale per vetture GT3 il team dei quattro anelli si troverà a lottare con una concorrenza di primissimo ordine e, cosa che in Italia non succede abitualmente, avrà anche altre otto R8 LMS per rivali. Per questo confronto difficile ma appassionate il team torna alla formazione dell'esordio 2019 a Vallelunga, col giovane Andrea Fontana (già due volte più veloce di tutti in qualifica nel tricolore GT Sprint quest'anno) affiancato da Pierre Kaffer. Il tedesco a 42 anni si è appena tolto la soddisfazione, lo scorso fine settimana, di vincere per la prima volta la sua gara di casa: la 24 Ore che si disputa sulla leggendaria Nordschleife. Per uno come lui cresciuto tra le colline dell'Eifel giornate da ricordare per tutta la vita, e certamente Kaffer vorrà continuare a farsi valere contro i rivali del Blancpain e contro colleghi-rivali coi quali ha vinto la 24 Ore e che si troverà in pista in Riviera da avversari al volante di altre R8 LMS: Frank Stippler, Dries Vanthoor e Frederic Vérvisch. Le schermaglie sulla pista intitolata a Marco Simoncelli inizieranno oggi con due turni di prove libere.

Misano Adriatico (RN) – venerdì 28 giugno 2019


 
GLI ORARI 
VENERDI 28 GIUGNO 
13:40-15:00 prove libere
17:30-18:50 prove libere
SABATO 29 GIUGNO 
14:30-15:20 qualifiche 
19:45 gara uno (1 ora)
DOMENICA 30 GIUGNO 
14:00 gara due (1 ora)

   
Contatti  |  Photogallery  |  Download  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy
 
   Copyright® 2012 Audi Sport Italia S.r.l. | P.IVA 00865690960